Cantautorato

DSCN0581
Una delle caricature che ogni tanto mi fa il carissimo amico Alvalenti!

Scrivo canzoni da quando ho 15 anni. Il mio repertorio, sempre in crescita, oggi ha superato i 200 brani.
Lo stile, in un periodo così lungo di attività compositiva, ha subìto chiaramente molte variazioni, pur mantenendo sempre le caratteristiche della canzone d’autore classica, con sconfinamenti nel pop, pop-rock e etno-pop.
I testi affrontano una molteplicità di tematiche e sono il più possibile curati nello stile.
Da quelli più espliciti, diretti, tipici dell’età giovanile anche nei temi, si passa lentamente a testi più ricercati, elaborati anche nella forma lirica e stilistica.
Non estranea a questa evoluzione è anche la frequentazione di molti cantautori dell’area underground, e la partecipazione a stage dove artisti invece più conosciuti del calibro di Gatto Panceri, Bungaro, Fabio Concato ed altri mi hanno aiutato ad affinare il mio stile.
La caratteristica predominante delle mie canzoni è quella dell’introspezione; emozioni, paure, speranze, visioni del mondo e della vita si incrociano in un animo, il mio, fondamentalmente positivo e aperto al futuro.
Oltre a questa indole intimistica, che mi appartiene in modo tutto particolare, le canzoni si aprono ai temi più diversi e trasversali a tutti gli aspetti della vita.
Tra questi hanno un posto particolare i brani con tematiche religiose, quelli a sfondo biblico e quelli per uso liturgico.
Infine, e si tratta di una buona fetta della mia produzione, le canzoni attraversano tutta l’area della interculturalità e del disagio sociale, raccontando storie e aneddoti.

CANZONI PER EVENTI

Mi sono spesso cimentato nella produzione di canzoni destinate ad eventi o produzioni particolari; nel 1984 ho collaborato con il gruppo internazionale Gen Rosso per la stesura di alcuni testi dell’album e relativo musical “Una storia che cambia”. Poi ho scritto una canzone per una serata UNICEF con le scuole di Orbetello nel 1986, la canzone Ora si può, inno della visita del Papa ad Arezzo nel 1995, “Mamma Maria” arrivata in finale nel 1998 a Terni al concorso “Inedito per Maria”, “La via di Francia”, inno ufficiale del pellegrinaggio nazionale “Ad Limina Petri” sulla via Francigena nel 2006. Nel 2010 arrivo anche alla finale del concorso “Raccorti sociali” a Firenze con la canzone colonna sonora dell’omonimo cortometraggio “Accendimi ora”; poi scrivo l’inno dell’Iniziativa Europea UNO DI NOI del Movimento per la Vita nel 2011 e un brano dedicato al pittore Jacopo Carrucci detto Pontormo per la mostra organizzata dalla Galleria degli Uffizi di Firenze a Empoli nel 2014.
Specialmente negli ultimi anni le tematiche che affronto si differenziano tantissimo, fino a temi inusuali; come ad esempio nella singolare collaborazione con l’Università di Firenze e la Misericordia per la realizzazione di canzoni sulle norme di comportamento in occasione di disastri naturali, rivolte a bambini e ragazzi, oppure la canzone METTIMI DI QUA, sempre per bambini, scritta sulla raccolta differenziata dei rifiuti domestici. Proprio quello delle canzoni per bambini è un filone che mi è molto caro; ho scritto infatti molti brani utilizzati in varie attività di animazione, per progetti nelle scuole e nei centri estivi. Nel 2009 esce anche un CD in collaborazione con la cooperativa Giocolenuvole di Siena con 12 brani per bambini. Nel 2013 scrivo “Sogno di volare”, in collaborazione con la dott.ssa Raffaella Turchi, neuropsichiatra infantile, sul tema dell’autismo, canzone che viene proposta all’interno del Festival della Salute Mentale a Firenze nell’ottobre 2014. Nel 2016, con PORTAMI A CASA, racconto la mia esperienza di collaboratore musicale in un centro per persone con Alzheimer.

Le canzoni “Mai soli” e “Il futuro è qui” dei primi anni ‘90, sono conosciute a livello internazionale soprattutto nell’ambito del Movimento dei Focolari e vengono eseguite in versione DJ remix durante la manifestazione internazionale LET’S BRIDGE tenutasi a Budapest nel mese di Agosto 2013.

Nel 2017 entro a far parte di un grande progetto della Commissione Europea che ha come soggetto il concetto e la parola FAIRNESS – “equità, giustizia” in italiano. Nasce FAIRNESS IS THE ANSWER su richiesta della stessa Commissione Europea, nella doppia versione inglese ed italiano, diffuse a partire dalla mostra RESONANCES II al Museo della Scienza e della Tecnica di Milano. Di questo progetto sul blog trovate aggiornamenti nella sezione dei post (THE SEBASTIANO EXPERIENCE).

MUSICAL

Ho anche una discreta produzione relativa al musical. Scrivo “Racconti di viaggio” nel 1989, ispirato alla parabola evangelica del figliol prodigo e andato in scena nel castello di Porrona (GR) nell’agosto di quell’anno, e “Solo non sei più” del 2007, ispirato al racconto “Il Piccolo Principe”, costruito insieme ai ragazzi della parrocchia di San Marziale a Colle di val d’Elsa e andato in scena più volte tra il 2007 e il 2010. Da questo musical sono tratte le canzoni dello spettacolo “Viaggio di un Piccolo Principe” in musica e disegni realizzato con il gruppo Synthesis. Nel 2013-14 ho anche scritto 3 brani per il musical “Come potrei tacere” su Giovanni Paolo II, portato in scena da una giovane compagnia teatrale empolese. Attualmente (estate 2018) sto scrivendo la musica per 22 canzoni destinate al musical “EUROSIA”, scritto da Francesco Ricciarelli – San Miniato (PI).