SEBASTIANO IN EUROPA!

SEBASTIANO TI PRENDE PER MANO è un progetto complesso che promuove l’educazione al rischio geologico e il potenziamento della percezione dei rischi legati ad eventi naturali. In esso i linguaggi dell’arte e della musica interagiscono con la ricerca scientifica per divulgare un messaggio accattivante e facilmente comprensibile anche ai bambini.

Il supporto scientifico è stato dato dal dipartimento di scienze della terra della facoltà di geologia dell’Università di Firenze. La realizzazione artistica è stata a cura mia e dell’Associazione SUONAMIDITE.

 

Nella seconda metà del 2016 il progetto è arrivato al settore ricerca e innovazione della Commissione Europea ed è stato inserito nel percorso Sci-Art di collaborazione tra scienziati ed artisti. Io e Francesco Mugnai collaboriamo come “Advanced Expert” ai meeting di ricerca che si svolgono al Joint Research Center della UE di ISPRA (VA) e ci occupiamo di realizzare tra le altre cose il RESONANCE FESTIVAL allo ZKM di Karlsruhe in Germania previsto per la fine del 2017, insieme ad altri artisti e scienziati.

 

Sebastiano è stato molto apprezzato per la sua vena narrativa e divulgativa e per l’importanza del tema della sicurezza, che sta molto a cuore a tutti i settori di sviluppo dell’Unione Europea in questi anni. Junker ha dato come tema ai lavori dell’Unione di questi anni la FAIRNESS, un termine generale che comprende anche le buone pratiche di sicurezza e senso civico in momenti di crisi e calamità naturali. Su questo tema si sta sviluppando il mio lavoro, teso a far diventare Sebastiano un progetto internazionale.

 

Sto collaborando al JRC di ISPRA con un regista Anglo-svizzero per la localizzazione in inglese e qui a Firenze con una cantautrice italo-americana per tradurre le canzoni.

La performance in Germania prevede la collaborazione con altri artisti europei che hanno già visionato il progetto. Io e Francesco stiamo selezionando i vari contributi per assemblare lo show che dovrà avere anche un aspetto di installazione fissa della durata di una ventina di giorni.

Per le altre collaborazioni abbiamo contattato la Scuola Europea di Varese che ha una sezione di scuola elementare con bambini che provengono da tutta l’Europa.